Dettagli operazione

Ethica Corporate Finance ha assistito il Gruppo Cellular nella business Combination con la SPAC Crescita per la quotazione su AIM Italia

Ethica Corporate Finance ha assistito il Gruppo Cellular nel processo per l’integrazione (“Business Combination”) con la Crescita S.p.A., SPAC italiana quotata su AIM Italia, da realizzarsi mediante la fusione per incorporazione del Gruppo Cellular.

Il Gruppo Cellular, fondato nel 1990, è attivo sul mercato principalmente con il marchio Cellularline. La società è leader italiano, nonché tra i principali operatori europei, nello sviluppo e vendita di accessori per smartphone e tablet. Il bilancio consolidato del 2016 evidenzia un valore della produzione di €164,5 milioni ed un EBITDA di €38,4 milioni. L’ampia gamma di prodotti a marchio Cellularline è commercializzata in oltre 60 paesi e circa il 50% dei volumi di vendita nel 2016 è stato generato all’estero. Cellular Italia è oggi controllata al 100% da Ginetta, società holding partecipata dagli esponenti delle famiglie fondatrici Aleotti e Foglio (“Fondatori”) e dai fondi di private equity L Catterton, Motion e DVR (“Fondi”).

Crescita è una SPAC promossa nel marzo del 2017 da Massimo Armanini, Cristian D’Ippolito, Marco Drago, Carlo Moser, Antonio Tazartes e Alberto Toffoletto, attraverso Crescita Holding S.r.l., e DeA Capital S.p.A. e che ha raccolto €130 mln  principalmente da investitori istituzionali italiani.

Marco Cagnetta e Christian Aleotti, Co-CEO del Gruppo Cellular, hanno dichiarato: “Con l’apertura del capitale al mercato, Cellularline compie un passaggio significativo nel suo percorso di sviluppo, caratterizzato da grande attenzione ai bisogni del consumatore e agli sviluppi tecnologici nel settore dell’accessoristica relativa a smartphone e tablet. Utilizzeremo i fondi apportati da Crescita per rafforzare la nostra leadership e ampliare la nostra presenza internazionale, per incrementare la nostra penetrazione nei canali distributivi sia tradizionali che online, per lo sviluppo di nuove gamme di prodotto, anche attraverso operazioni di acquisizione, così da raggiungere un posizionamento che possa essere di interesse per una platea sempre più ampia di investitori”

Antonio Tazartes, CEO di Crescita, ha dichiarato: “Sottoponiamo ai nostri investitori, a meno di un anno dalla quotazione, una opportunità che crediamo rispetti gli obiettivi dichiarati in sede di fund raising. Cellularline è un’eccellente realtà italiana tra i principali operatori nel suo settore e caratterizzata da una importante profittabilità ed elevata riconoscibilità del proprio marchio. Crediamo che le risorse e il supporto che Crescita fornirà a Cellularline contribuiranno ad accelerare il suo percorso di sviluppo, anche internazionale, e che il futuro di questa azienda riserverà soddisfazioni a tutti i suoi soci”.

La conclusione dell’operazione è condizionata tra l’altro: (i) all’approvazione da parte delle assemblee di Crescita, Ginetta e Cellular Italia e; (ii) al mancato recesso da parte di soci di Crescita per un ammontare di capitale pari o superiore al 33%.

News